Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 146
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 11. Juli 1923

Regest
Pacelli leitet einen Bericht des Trierer Bischofs Bornewasser über den Ersten Saarländischen Katholikentag in Saarbrücken und die Grundsteinlegung der St. Michaelskirche weiter. Bornewasser bittet darum, der Heilige Stuhl möge öffentlich zusichern, dass die kirchliche Verwaltung im Saargebiet vor dem Plebiszit 1935 nicht geändert wird. Der Nuntius bittet um Anweisung, wie er Bornewasser antworten soll. Er gibt zu bedenken, dass das Thema für die Konkordatsverhandlungen mit Preußen und Bayern strategisch wichtig ist, weshalb er öffentliche Zusicherungen für nicht opportun hält.
Betreff
Sul Congresso cattolico e sulla posa della prima pietra di una chiesa in Saarbruecken – Questione dell'amministrazione ecclesiastica del territorio della Sarre
Eminenza Reverendissima,
Facendo seguito al mio rispettoso Rapporto N. 27560 del 30 Maggio scorso, compio il dovere di inviare all'Eminenza Vostra Reverendissima, tradotta in italiano, una nuova lettera 1 del Revmo Mons. Bornewasser , Vescovo di Treviri, in data del 21 Giugno p. p., nella quale egli dà relazione del Congresso cattolico e della posa della prima pietra di una chiesa in Saarbruecken.
Nella medesima lettera il sullodato Vescovo tocca altresì la questione dell'amministrazione ecclesiastica del territorio della Sarre ed esprime il desiderio di render note per mezzo della stampa le formali assicurazioni, che sarebbero state date dalla S. Sede ai Revmi Monsignori Moench, Vescovo Ausiliare di Treviri, e Kaas, Prelato Domestico di S. S., recatisi a Roma nello scorso mese di Dicembre, vale a dire che la S. Sede medesima non è disposta a prendere neppure in esame la questione di apportare una
56v
qualsiasi modificazione nell'amministrazione ecclesiastica di detto territorio prima del plebiscito del 1935. Mentre pertanto prego l'Eminenza Vostra a volersi degnare di farmi conoscere quale risposta io debba dare al menzionato Mons. Bornewasser, mi permetto di osservare subordinatamente che ulteriori assicurazioni o pubblicazioni nel senso suindicato sono, a mio umilissimo avviso, inopportune, non già perché convenga procedere di fatto a tali modificazioni, ma perché il mantenimento dell'attuale stato della circoscrizione diocesana è, come è ben noto all'Eminenza Vostra, uno dei punti, cui il Governo prussiano, non meno di quello bavarese, dà maggiore importanza nelle pendenti trattative concordatarie. Ora è evidente che, quanto più esplicite e frequenti saranno le assicurazioni suaccennate, tanto minore diverrà l'interesse del Governo al riguardo, e quindi altresì il valore ed il peso di una simile concessione nel corso dei negoziati stessi.
Chinato umilmente al bacio della sacra Porpora con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
1"lettera" hds. unterstrichen und am linken Seitenrand von unbekannter Hand mit einem "m." versehen, vermutlich vom Empfänger.
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 11. Juli 1923 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 146, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/146. Letzter Zugriff am: 11.11.2019.
Online seit 24.10.2013, letzte Änderung am 25.02.2019