Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 15643
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
Berlin, 23. März 1926

Betreff
Circa la nomina dell'Amministratore Apostolico di Tütz
Eminenza Reverendissima,
In doveroso riscontro dell'ossequiato Dispaccio N. 576/26 del 9 corrente, mi do premura di significare all'Eminenza Vostra Reverendissima che, a mio umile avviso, sarebbe per questa volta più opportuno, se la nomina del nuovo Amministratore Apostolico venisse effettuata direttamente dalla S. Sede.
Da parte mia, non ho mancato e non mancherò di fare quanto è da me per spiegare e difendere con ogni impegno la tesi della S. Sede di fronte a questo Governo, il quale è da attendersi che solleverà ancora difficoltà al riguardo. Sembra infatti che il Canonico Paech (contro la cui persona non vi è in realtà nulla da obbiettare) abbia attualmente la cittadinanza polacca; al Governo prussiano riuscirebbe gravo-
19v
so che un cittadino di altro Stato ricopra un officio ecclesiastico nel territorio della Germania. Inoltre la stampa in Polonia, forse non troppo prudentemente, avrebbe, a quanto si dice, preso partito per il sullodato ecclesiastico e dato informazioni dettagliate sullo svolgimento della presente vertenza; ciò pure ha urtato le suscettibilità del Governo medesimo, il quale non ama ingerenze straniere nelle cose interne della Prussia. Giova tuttavia sperare che esso finirà per comprendere la giustezza e la santità dei motivi, a cui l'Augusto Pontefice si è ispirato nella Sua sovrana decisione.
Intanto, nell'accusare in pari tempo all'Eminenza Vostra ricevimento del posteriore venerato Dispaccio N.  678/26 del 18 corrente, relativo altresì all'Amministrazione Apostolica di Tütz, m'inchino umilmente al bacio della Sacra Porpora e con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
19r, rechts unterhalb der Datumsangabe hds. von Borgongini-Duca notiert: "28. III 26 cifrati a Lauri. Urge sapere con certezza se can. Paech è cittadino polacco".
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 23. März 1926 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 15643, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/15643. Letzter Zugriff am: 28.09.2020.
Online seit 29.01.2018, letzte Änderung am 01.09.2016