Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 16177
De Lai, Gaetano an Pacelli, Eugenio
Rom, 29. Juli 1926

Regest
Der Sekretär der Konsistorialkongregation De Lai fragt Pacelli, ob er den Aufenhaltsort des aus Monza stammenden Priesters Arese kennt, den der Mailänder Erzbischof Tossi auf Geheiß der Konsistorialkongregation dringend erreichen muss.
[Kein Betreff]
Illmo e Revmo Signore,
Circa il sac.  Alfonso Arese, di cui ebbe ad occuparsi anche la S. V. Revma, questa S. Congregazione in data 21 luglio corr. mese comunicava all'Emo  Cardinale Arcivescovo di Milano i provvedimenti da prendersi contro detto sacerdote; e cioè di proibirgli assolutamente di occuparsi di emigrazione; di intimargli di tornare in Diocesi, fissando un breve tempo perentorio, scaduto il quale sarebbe rimasto sospeso a divinis ; e in caso di riluttanza ad obbedire, di pubblicare la pena sul bollettino della Diocesi di Milano.
Mi si comunica ora da Milano che si ignora colà l'attuale dimora dell'Arese; si sa appena vagamente che deve essere a Berlino. Alla S. V. Revma, che tanto si occupa dell'assistenza spirituale degli emigrati italiani in codesta città, non sarà forse difficile conoscere il recapito del predetto sacerdote.
In tal caso abbia la cortesia di comunicargli i
167v
provvedimenti presi a suo carico, esortandolo in pari tempo a dimostrarsi ossequiente agli ordini e all'autorità dei suoi Superiori.
Con sensi di distinto ossequio mi professo
della S. V. Revma
affmo come fr.
+ G. Card. De Lai Ves. di Sab. e P. Mirt.
Segret.
Empfohlene Zitierweise:
De Lai, Gaetano an Pacelli, Eugenio vom 29. Juli 1926 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 16177, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/16177. Letzter Zugriff am: 11.04.2021.
Online seit 29.01.2018, letzte Änderung am 20.01.2020