Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 18888
Pacelli, Eugenio an Sincero, Luigi
Berlin, 28. Juni 1927

Betreff
Per il sac. russo Demetrio Kuzmin Karawaeff
Eminenza Reverendissima,
Non ho mancato, appena mi giunse il venerato Dispaccio N. 1771/27, in data del 22 corr. mese, di interessarmi vivamente a quanto l'E. V. R. si degnava di significarmi in merito al novello sacerdote russo, Rev.  Demetrio Kuzmin Karavaeff, che cotesta Commissione per la Russia avrebbe in animo di inviare a Berlino, affinché possa dedicarsi al sacro ministero fra i suoi connazionali.
D'intesa con questa Delegazione Vescovile, mi sono rivolto al Rev.mo Mons.  Bernardo Lichtenberg, parroco del Sacro Cuore di Gesù in Berlin-Charlottenburg (Lützowerstraße 1), nominato l'anno scorso Cameriere Segreto Soprannumerario di Sua Santità, il quale gode fama di ottimo e zelante sacerdote, devotissimo alla S. Sede, e gli ho comunicato il desiderio della Commissione stessa. Egli ha risposto di essere ben volentieri pronto ad accettare il menzionato sacerdote russo ed a tenerlo presso di sé come cappellano, col
21v
semplice obbligo di celebrare ogni giorno la S. Messa (anche, se così si desidera, in rito orientale) in un vicino Istituto di Religiose Carmelitane del Divin Cuore di Gesù (St. Josephsheim).
Egli avrebbe vitto ed alloggio presso il sullodato parroco, che ha detto di contentarsi, tutto compreso, di un solo marco al giorno. Ai vestiti e ad altri bisogni particolari il sacerdote in discorso dovrebbe, come è naturale, provvedere direttamente, e per ciò sarebbe necessario un qualche piccolo assegno da parte della S. Sede.
Mi è grato di sperare che, sotto la prudente e saggia guida di Mons. Lichtenberg, col quale condurrebbe vita comune insieme agli altri cappellani della parrocchia, egli avrebbe modo di consacrarsi con frutto all'assistenza spirituale dei russi, e troverebbe tutela e direzione in mezzo ai gravi pericoli che presenta questa immensa città, particolarmente per un novello sacerdote, il quale non avesse una sufficiente occupazione.
Nel sottoporre quanto sopra all'alta considera-
22r
zione di Vostra Eminenza, m'inchino umilmente al bacio della Sacra Porpora, e con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
1Protokollnummer der Kongregation für die Orientalische Kirche.
2Protokollnummer der Kommission Pro Russia.
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Sincero, Luigi vom 28. Juni 1927 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 18888, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/18888. Letzter Zugriff am: 19.09.2019.
Online seit 25.02.2019