Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 4954
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
[München], 09. Oktober 1917

Regest
Pacelli berichtet über einen Brief des Kölner Erzbischofs Hartmann vom 7. Oktober 1917 über die Gültigkeit der Mischehen in Deutschland. Der protestantische Berliner Kirchenrechtsprofessor Ulrich Stutz hatte einen Artikel gegen den neuen CIC in der Zeitung "Der Tag" veröffentlicht, in dem er behauptete, der neue CIC habe die Konstitution "Provida sapientique cura" von 1906 über die Gültigkeit der Mischehen ohne Beachtung der tridentinischen Form abgeschafft. Dagegen führen die Katholiken den Kanon 4 der Allgemeinen Regeln des CIC an. Pacelli bittet um eine Bestätigung bezüglich der Korrektheit dieser Interpretation, die Unruhen in Deutschland verhindern könnte.
Betreff
Sulla validità dei matrimoni misti in Germania.
Mi è pervenuta oggi una lettera dell'Emo Sig. Cardinale von Hartmann, Arcivescovo di Colonia, in data del 7 corr.; nella quale, fra le altre cose, tocca anche la questione della validità dei matrimoni misti in Germania. Il brano di detta lettera, che si riferisce a tal punto, tradotto dal tedesco, suona testualmente così:
"Forse è venuto a cognizione di Vostra Eccellenza che il protestante Ulrich Stutz di Berlino, professore di diritto e Consultore del Ministero del Culto in iure canonico, ha di recente pubblicato nel giornale berlinese "Tag" contro il nuovo Codex iuris canonici un articolo assai ostile, nel quale gl'istinti protestantici sono istigati contro il nuovo Codice "papale". Particolarmente afferma l'articolo come cosa sicura che il Codex ha abrogato la Costituzione Provida del 1906 sulla validità dei matrimoni misti non observata forma Tridentina.
44v

Da parte dei cattolici tale affermazione viene impugnata in base al can. 4 delle Normae generales.
Prego vivamente Vostra Eccellenza ad aver la bontà di dirmi se quest'ultima opinione è vera. In tal modo sarei posto in grado di poter soffocare sin dal principio una eventuale agitazione."
Ho risposto oggi stesso al sullodato Eminentissimo nei seguenti termini:
"... Poiché l'Eminenza Vostra ecc."
Nel sottomettere quanto sopra al superiore giudizio dell'E. V. R. per quelle ulteriori eventuali istruzioni che stimasse del caso, m'inchino ecc.
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 09. Oktober 1917 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 4954, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/4954. Letzter Zugriff am: 19.09.2019.
Online seit 24.03.2010, letzte Änderung am 29.09.2014