Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 5783
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 11. Mai 1921

Regest
Pacelli bestätigt den Erhalt der Summe von 50.000 Lire als Spende für das Kinderkrankenhaus der Gräfin von Hertling in Ruhpolding. Er weist darauf hin, dass es in Ruhpolding zwei Kinderkrankenhäuser gebe; das der Gräfin Hertling sei interkonfessionell und beherberge derzeit 30 Kinder und eine katholische Einrichtung, die momentan mehr Kinder betreue. Der Nuntius bittet daher nach Rücksprache mit dem Münchener Generalvikar Bucheberger zu überdenken, ob das Geld nicht zwischen den beiden Häusern aufgeteilt werden solle.
Betreff
Sulla domanda della Contessa von Hertling per l'ospedale dei bambini in Ruhpolding
Eminenza Reverendissima,
Insieme al relativo chèque di Lire 50.000 mi è pervenuto il venerato Dispaccio N. B=20405  del 27 Aprile scorso col quale l'Eminenza Vostra Reverendissima mi ordinava di far pervenire detta somma alla Contessa Anna von Hertling per l'Ospedale dei bambini in Ruhpolding.
Sempre pronto ad eseguire gli ossequiati ordini dell'Eminenza Vostra, credo tuttavia mio dovere di sottoporre subordinatamente alla Sua superiore considerazione quanto segue:
Nel villaggio di Ruhpolding si trovano due Istituti per bambini: l'uno, che porta il nome del compianto Conte von Hertling, interconfessionale anche quanto alla direzione (sebbene il parroco cattolico del luogo ne faceva parte), cura appena trenta bambini; l'altro, cattolico e tenuto da religiose, ha un numero più grande di ricoverati e versa in grandi strettezze finanziarie. Ora (anche a giudizio di questo ottimo Vicario Generale Mons.  Buchberger, da me interrogato), se il primo rice-
33v
vesse un così ingente e straordinario sussidio ed il secondo nulla, ciò potrebbe produrre fra i cattolici penosa impressione. Prego quindi l'Eminenza Vostra a volersi degnare di farmi conoscere se, malgrado ciò, debba egualmente inviare l'intiera somma alla sullodata Signora Contessa von Hertling o se invece la generosa oblazione del Santo Padre possa essere in qualche modo divisa fra i due anzidetti istituti.
Intanto, chinato umilmente al bacio della Sacra Porpora, con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
33v, hds. oben zentral von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, notiert: "[dividere a seconda loro importanza]".
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 11. Mai 1921 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 5783, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/5783. Letzter Zugriff am: 16.11.2019.
Online seit 14.05.2013, letzte Änderung am 16.12.2013