Dokument-Nr. 3393
Gasparri, Pietro an Pacelli, Eugenio
Vatikan, 28. November 1917

Regest
Der Nuntius in Brüssel, Achille Locatelli, hat den Heiligen Stuhl über den mangelnden religiösen Beistand der katholischen Kriegsgefangenen im Lager Stuttgart-Berg informiert. Lediglich protestantische Priester stehen im Lager für religiöse Belange zur Verfügung, was zu einem Glaubensverlust der Katholiken führen könnte.
[Kein Betreff]
Illmo e revmo Signore,
Monsignor Locatelli, Nunzio Apostolico nel Belgio, ha riferito alla Santa Sede di aver saputo da un distintissimo Signore, ottimo cattolico e degno di ogni credibilità, che i prigionieri di guerra cattolici del "Depot" N. 2, di Stuttgart-Berg (Wurttemberg), sono privi da lungo tempo di qualsiasi assistenza religiosa. Tra quei prigionieri si troverebbero veri Belgi, internati precedentemente nel Campo di Soltau, dove aveva luogo il servizio religioso. Dopo il loro trasferimento a Stuttgart tali detenuti sono impiegati nelle fattorie, ma ritornano ad intervalli di circa una settimana nel loro Campo di concentrazione, ove si recano Pastori Protestanti, ma non mai sacerdoti cattolici. Tale triste situazione potrebbe produrre per gli infelici prigionieri cattolici una profonda depressione, e quello che è peggio una reale demoralizzazione e perdita di fede.
955v

Ben conoscendo lo zelo e l'affettuosa sollecitudine con cui V. S. Illma si occupa del bene dei poveri prigionieri di guerra, La interesso vivamente ad appurare, con la consueta prudenza, la consistenza delle suesposte informazioni, e, qualora esse risultassero fondate, ad adoperarsi perché siano concessi ai prigionieri internati nel mentovato Campo di concentrazione i necessari soccorsi spirituali.
Profitto, intanto, ben volentieri del nuovo incontro per rinnovarle i sensi della mia distinta e sincera stima, con cui mi è grato confermarmi
di V. S. Illma
Affmo per servirla
P. Card. Gasparri
Empfohlene Zitierweise
Gasparri, Pietro an Pacelli, Eugenio vom 28. November 1917, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 3393, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/3393. Letzter Zugriff am: 04.03.2024.
Online seit 20.12.2011.