Dokument-Nr. 5526
Gasparri, Pietro an Pacelli, Eugenio
Vatikan, 12. Dezember 1917

Regest
Desclée hat den Heiligen Stuhl informiert, dass die Reichsregierung nur wenige seiner Arbeiter in der Druckerei arbeiten lasse. Unter diesen Umständen könne die Druckerei nicht die Breviere für die Kapuziner, die Minoriten und die Serviten drucken. Gasparri weist Pacelli an, sich bei der Regierung dafür zu verwenden, mehr Arbeiter zuzulassen.
[Kein Betreff]
Illmo e Revmo Signore,
Il Signor Desclée – il noto editore di Tournai – ha potuto informare in questi giorni la Santa Sede che i Tedeschi non lasciano lavorare in quella Tipografia più di dieci operai dei cinquecento e più che ne conteneva prima della guerra.
In tali condizioni la Tipografia trovasi nella impossibilità di occuparsi dei lavori urgentissimi da essa assunti, e specialmente dei Breviari dei Francescani Cappuccini, Conventuali e Serviti, i quali aspettano fin dal 1914. I soli francescani ne abbisognano di 20.000 per i loro sacerdoti, i quali non possono ancora mettere in pratica la riforma del loro Breviario. Sarebbe pertanto molto desiderabile che il Governo Imperiale acconsentisse a far lavorare in detta Tipografia un maggior numero di operai. E poiché la Santa Sede non può non condividere questo desiderio, interesserei volentieri la S. V. Illma ad occuparsi della cosa con lo zelo onde ebbe già ad occuparsi in passato di altri affari riguardanti la benemerita Ditta.
44v

Confidando vivamente che ella riesca nell'intento la ringrazio fin d'ora e colgo volentieri l'occasione per dichiararmi con sensi di distinta e sincera stima
di V. S. Illma
Affmo per servirla
P. Card. Gasparri
Empfohlene Zitierweise
Gasparri, Pietro an Pacelli, Eugenio vom 12. Dezember 1917, in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 5526, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/5526. Letzter Zugriff am: 24.05.2024.
Online seit 20.12.2011.