Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 16411
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
Berlin, 26. April 1927

Betreff
Implorasi la Croce "Pro Ecclesia et Pontifice" a favore delle Signorine Giese e Wronka
Eminenza Reverendissima,
Il Revmo Mons. Dr. Linneborn, Preposto della Chiesa cattedrale di Paderborn, Deputato al Landtag prussiano, il quale ha reso varie volte notevoli servigi a questa Nunziatura, mi ha vivamente pregato di interessarmi ad ottenere la Croce "Pro Ecclesia et Pontifice" 1 a favore di due Signorine cattoliche, ambedue pure appartenenti al Landtag prussiano: la Signorina Giese Elisabetta 2, maestra superiore, dimorante in Bottrop nella Vestfalia (diocesi di Münster) e la Signorina Wronka Gertrude 3, professoressa, residente in Allenstein (diocesi di Ermland).
Egli mi ha dato intorno ad esse le seguenti informazioni:
La Signorina Giese, nata il 30 Aprile 1884 a Borbeck (Archidiocesi di Colonia), dopo aver compiuto i suoi studi nel Liceo superiore di Aquisgrana, insegnò dapprima nel Liceo delle Suore del Bambino Gesù in Düsseldorf, poscia nella Scuola Normale di Vallendar, infine nel Liceo
166v
di Bottrop. Socia attiva di varie opere cattoliche sociali dal 1917 è presidente dell'Unione delle donne cattoliche di quest'ultima città.
La sullodata Signorina esercita un apostolato fecondo di preziosi risultati a favore dell'insegnamento cattolico e delle organizzazioni femminili cattoliche nella Vestfalia. Essa dà alloggio gratuito ad una Congregazione di Suore, che si dedicano principalmente alle opere di assistenza sociale, e si occupa di loro nel modo più disinteressato e generoso. Manifesta una cura veramente materna per tutti i bisognosi che ricorrono a lei.
La Signorina Wronka, nata in Allenstein il 27 Ottobre 1881, ultimò i suoi studi nell'Università di Breslavia, ove si laureò in Matematica e Scienze naturali, insegnando poi successivamente a Bonn, Danzica e nel Liceo superiore di Allenstein.
Essa è nota in tutta la Prussia Orientale per la sua grande attività ed il suo zelo in pro delle scuole cattoliche ed in considerazione di ciò fu eletta Vicepresi-
167r
dente dell'ultimo Congresso generale dei cattolici tedeschi tenutosi in Breslavia.
Mons. Linneborn conchiude dicendo che le prelodate Signorine sono particolarmente benemerite per lo zelo ardente che spiegano a favore degli interessi cattolici, massime nel campo dell'insegnamento, sia nel loro paese come nel Landtag prussiano.
Per questi motivi egli sarebbe assai grato, se la Santa Sede si degnasse di premiare i meriti delle suddette Signorine, accogliendo benevolmente la sua domanda.
Egli aggiunge che nel prossimo Luglio esse si propongono di fare un viaggio nel Canada, per visitarvi le scuole cattoliche tedesche e per sostenervi la colonia cattolica tedesca ("das katholische Deutschtum").
Non ho mancato di chiedere il parere dei rispettivi Ordinari, i quali si sono mostrati favorevoli alla concessione dell'implorata Onorificenza, come l'Eminenza Vostra Reverendissima potrà rilevare dalle loro risposte,
167v
che compio il dovere di qui accludere. ( Allegati I-III )
Nel sottoporre quanto sopra al giudizio dell'Eminenza Vostra, m'inchino umilmente al bacio della Sacra Porpora, e con sensi di profondissima venerazione ho l'onore di confermarmi
Di Vostra Eminenza Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
166r, links unten neben dem Textkörper hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, notiert: "fatto [OP.]"; 167v, links oben neben dem Textkörper hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, notiert: "Concesso".
1"Pro Ecclesia et Pontifice" hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, in blauer Farbe unterstrichen.
2"Giese Elisabetta" hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, in blauer Farbe unterstrichen; unterhalb von "Signorina" hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, Fußnote "(1)" eingefügt. Links oben neben dem Textkörper hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, Inhalt der Fußnote "(1)" in Stempel eingefügt: "Registrata N.º 3456 Data 7 Magg. 1927".
3"la Signorina Wronka Gertrude" hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, in blauer Farbe unterstrichen; oberhalb von "Signorina" hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, Fußnote "(2)" in Stempel eingefügt. Links mittig neben dem Textkörper hds. von unbekannter Hand, vermutlich vom Empfänger, Inhalt der Fußnote "(2)" eingefügt: "Registrata N.º 3457 Data 7 Magg. 1927".
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 26. April 1927 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 16411, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/16411. Letzter Zugriff am: 24.08.2019.
Online seit 25.02.2019