Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 1129
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro
München, 27. Mai 1917

Regest
Der bayerische Ministerpräsident Hertling eröffnete Pacelli bei dessen Antrittsbesuch, dass er seinen Urlaub im Juni nehmen werde, da er mit Friedensverhandlungen im Juli oder August rechne. Eine Nuntiatur in Berlin lehnt Hertling ab, während er Pacellis geplante Reise nach Berlin begrüßt. Deutschland werde vorschlagen, Lothringen mit Preußen und das Elsaß mit Bayern zu vereinen.
Betreff
Conversazione col Signor Conte de Hertling
Eminenza Reverendissima,
Ieri alle ore 5 pomeridiane mi recai per la prima volta a far visita di convenienza al Signor Conte de Hertling, Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli Esteri.
L'accoglienza fattami dall'egregio uomo di Stato fu cordialissima. Egli ebbe parole di somma ammirazione e venerazione per il Santo Padre e per Vostra Eminenza e mi disse che ben si rende conto delle difficoltà in mezzo alle quali deve procedere la Santa Sede in questi difficilissimi momenti. Della rimanente conversazione avuta con lui tre punti mi sembrano degni di interesse:
1) Il Signor Conte mi annunciò che nel mese di Giugno si allontanerebbe da Monaco per prendere un mese di vacanze. A ciò, egli disse, sono stato spinto, perché si spera che nel
50v
[mese] di Luglio o di Agosto comincino le trattative di pace, ed io allora dovrò trovarmi al mio posto.
2) Mi parlò del progetto di creazione di una Nunziatura a Berlino, manifestandomi tutta la sua contrarietà al riguardo. Lo rassicurai dicendogli che la Santa Sede non pensa, almeno per ora, a tale creazione; ma ne approfittai per fargli notare essere tanto più necessario che il Governo bavarese appoggi la Nunziatura di Monaco sia col procurare ad essa esatte informazioni sia col sostenerne le iniziative in tutti gli affari di spettanza del Governo Centrale. Gli manifestai anche l'idea di un mio prossimo viaggio a Colonia e poi a Berlino, per fare la personale conoscenza del Signor Cancelliere dell'Impero e degli altri principali uomini di Stato; ed egli si mostrò pienamente favorevole a tale progetto.
3) Finalmente mi accennò ad una proposta che egli spera venga attuata dalla Germania dopo la guerra, e cioè alla divisione dell'Alsazia-Lorena in due parti, di cui l'una (la Lorena)
51r
rimarrebbe alla Prussia, mentre l'altra (l'Alsazia) dovrebbe essere unita alla cattolica Baviera.
Dopo di ciò, chinato al bacio della S. Porpora con sensi di profondissimo ossequio, mi rassegno
della Eminenza Vostra Reverendissima
Umilissimo Devotissimo Obbligatissimo Servo
+ Eugenio Pacelli Arcivescovo di Sardi
Nunzio Apostolico
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an Gasparri, Pietro vom 27. Mai 1917 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 1129, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/1129. Letzter Zugriff am: 19.10.2019.
Online seit 24.03.2010, letzte Änderung am 25.02.2019