Datenschutz Impressum

Dokument-Nr. 19924
Pacelli, Eugenio an De Lai, Gaetano
[Berlin], 02. Februar 1928

Betreff
Intorno alla giurisdizione ed alle facoltà del Rev. Sac. Dr. Paolo Schwamborn
Nei miei rispettosi Rapporti N. 31652 del 26 Novembre 1924 (riscontrati coll'ossequiato Dispaccio dell'E. V. R. N. 417/19 del 30 Dicembre s. a.), N. 32334 del 12 Marzo 1925 e N. 37213 del 4 Aprile 1927, mi permisi rispettosamente di riferire intorno alla giurisdizione ed alle facoltà del cosiddetto Vicario Generale del Vicariato Castrense, Rev. Dr.  Paolo Schwamborn.
Ora, con lettera in data del 20 Gennaio p. p. il Rev.mo Mons.  G. Klein, Vescovo di Paderborn, mi comunica che avendo il menzionato Sacerdote avuto occasione di recarsi in quella città per ragioni di ufficio presso i soldati cattolici della Reichswehr, non ha mancato di fargli osservare come da tutti gli Ordinari della Prussia venga messa in dubbio la sua giurisdizione ed occorra perciò di rimuovere il dubbio medesimo in riguardo alla validità di determinati atti.
Il Rev. Schwamborn ha quindi pregato il sullodato Mons. Klein a voler implorare dalla S. Sede un provvisorio regolamento della sua giurisdizione, sino al definitivo riordinamento dell'assistenza religiosa dei militari in Germania per mezzo di un eventuale Concordato col Reich.
314v
Mons. Klein mi chiede pertanto se da cotesta S. Congregazione sia giunta una risposta in merito a tale questione, stimando egli necessario un qualche temporaneo provvedimento ed una sanatoria degli atti sinora compiuti dal sunnominato Sacerdote nell'adempimento del suo ufficio.
A mio umile e subordinato avviso, qualora cotesta S. Congregazione, anche a causa dei reclami giunti contro il Rev. Schwamborn (cfr. Rapporti N. N.  38345 e 38576 rispettivamente in data del 25 [sic] Ottobre e del 20 Dicembre 1927 e Dispaccio N. 417/19 del 7 Novembre s. a.), non giudicasse conveniente di concedergli la provvisoria estensione della giurisdizione, prevista nel succitato Dispaccio N. 417/19 del 30 Dicembre 1924, potrebbe forse intanto darsi ai Revmi Ordinari l'istruzione di impartire anch'essi ad cautelam le opportune facoltà ai Cappellani militari, i quali esercitano il sacro ministero nel rispettivo territorio salva sempre per il passato la sanatoria degli atti, della cui validità si possa dubitare.
Ad ogni modo, nel pregare umilmente l'E. V. a volersi degnare di significarmi quale risposta debba dare al più volte menzionato Vescovo, m'inchino ...
Empfohlene Zitierweise:
Pacelli, Eugenio an De Lai, Gaetano vom 02. Februar 1928 , in: 'Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte Eugenio Pacellis (1917-1929)', Dokument Nr. 19924, URL: www.pacelli-edition.de/Dokument/19924. Letzter Zugriff am: 11.04.2021.
Online seit 20.01.2020